La Gioielleria Mancini perde l’imbattibilità casalinga

Al PalaCardelli arriva un Valdicornia ferito dall’ultima partita giocata e persa con la Pallacanestro Valdera, pronto a riscattarsi dopo la serata no della scorsa settimana.

La serata inizia con il minuto di silenzio disposto dalla Fip per la prematura scomparsa di Gianluca Mattioli, arbitro internazionale venuto a mancare in settimana.

Le squadre partono contratte e le prime azioni sono un susseguirsi di errori fino a che Vezzani da 3 rompe gli indugi, Bini mostra tutta la sua pericolosità in entrata ma capitan Rocchi risponde prontamente. Valdicornia è squadra solida e regge il colpo. La partita è maschia, al 6’ siamo 8-4 su un bel canestro in svitamento di Bellini ma Bertini accorcia subito da 3. Rocchi capitalizza al meglio un fallo subito ma stavolta è Cacciottolo a punire da 3 impattando sul 10-10. Bellini dalla lunetta riporta avanti i suoi ma Valdicornia risponde colpo su colpo. Calderaro dalla lunetta fa solo 1 su 2 e Valdicornia all’8’ ha il primo vantaggio (13-14) e subito dopo è una bomba di Marinelli, un’autentica spina nel fianco dei ciabattini per tutto il resto della partita, a dare il +4 ai livornesi subito imitato da Bini per un parziale di 8-0. Bellini da due e Danesi dalla lunetta accorciano a -3, sul 17-20 con cui si chiude il primo quarto.

Il secondo quarto inizia con Danesi in entrata che suona la carica e subito dopo Calderaro lanciato da Vezzani in contropiede opera il controsorpasso (21-20). Valdicornia risponde con un rapido 5-0 e si riporta sul +4. Gli azzurri livornesi sono in un buon momento e allungano ancora con Bini. Le due squadre improvvisamente si inceppano e il punteggio rimane inchiodato sul 21-27. Vezzani dalla lunetta accorcia ma Bini punisce da 3 portando Valdicornia a +8. Continuano a macinare gioco i livornesi che si portano a +10 a 2’ dalla fine del quarto per poi allungare sul +14 (25-39) con cui le squadre vanno al riposo.

Il quarto ricomincia da dove era finito con Valdicornia che allunga sul +17. Rocchi risponde ma i livornesi non sbagliano più niente. Testa tenta di dare la scossa con una bomba da 3. Valdicornia risponde in entrata e ancora Testa colpisce nuovamente da 3 ma Valdicornia non molla di un centimetro. Monsummano accenna una timida reazione ma è rispedita puntualmente al mittente poi si accende Bellini che prima con una bomba da 3 e poi in contropiede lanciato da Mignanelli accorcia a -10. I livornesi, però, bucano la retina con regolarità e riallungano chiudendo il quarto a +15 (43-58).

Mignanelli in apertura di tempo segna ma Valdicornia risponde. I ciabattini sono determinati a rendere la vita difficile ai livornesi con Rocchi che colpisce da 3 accorciando a -10 ma Valdicornia è infallibile dalla lunetta. Bellini in entrata accorcia ma Martinelli nuovamente da 3 spegne l'entusiasmo. Un tecnico fischiato alla panchina monsummanese viene capitalizzato al meglio da Valdicornia che vola nuovamente a +15. Martinelli colpisce ancora e chiude virtualmente la sfida a 4’ dalla fine sul 52-69. Valdicornia tocca poi il +20 mandando i titoli di coda. Risultato finale 60-77.

Dopo 364 giorni si interrompe quindi l’imbattibilità casalinga. L’ultima sconfitta al palaCardelli risaliva al 19 novembre 2016 contro il Lella. L'ultima volta che i ciabattini hanno subito un passivo più pesante del -17 casalingo fu nel novembre del 2014 contro Campi Bisenzio, quando la casa degli Shoemakers era il PalaCintolese ed il campionato era quello di Promozione.

“Sono soddisfatto - commenta coach Matteoni - Non del risultato ma dall'atteggiamento della squadra! Trovatemi un'altra squadra che sotto di 20 a 20" dalla fine è ancora lì che pressa come se non ci fosse un domani. Finalmente non abbiamo più paura di nessuno, non abbiamo più timori reverenziali nei confronti di nessuno e continueremo a essere la mina vagante di questo torneo! Come sempre testa bassa e lavorare, abbiamo fa preparare la trasferta a Donoratico.”

Gioielleria Mancini Shoemakers Monsummano 60
Studio Arcadia Valdicornia 77

Parziali: 17-20, 25-39, 43-58

Arbitri: Agnorelli di Poggibonsi e Canistro di Firenze

Gioielleria Mancini Shoemakers Monsummano: Vezzani 9, Mazzanti, Calderaro 3, Barneschi, Bellini 19, Rocchi 8, Alikalfic ne, Luciano 3, Danesi 4, Mignanelli 2, Martelli, Testa 12. All.: Matteoni.

Studio Arcadia Valdicornia: Maffei, Cacciottolo 9, Martinelli 21, Meucci, Magnolfi 6, Bertini 10, Corsini 10, Righi 2, Bini 17, Manetti 2. All.: Minuti.

Ufficio Stampa Gioielleria Mancini Shoemakers Basket

La fotogallery della partita a cura di Daniele Lenzi

Lascia un Commento

Gioielleria Mancini
Studi Odontoiatrici Buongiorno
Pace Ceramiche La Palagina
Conad Superstore
Saturn LMT Srl
Avis
Erreà
Gessetto
Otello Unisex
Paralleloweb
LM Studio
Total Marine