La Gioielleria Mancinisi aggiudica gara-3 e vola in finale

La Gioielleria Mancini con una prestazione grintosa si aggiudica gara-3 alle spese della Ineos Manifacturing Italia Sei Rose Rosignano e conquista il pass per una storica finale di play-off, punto più alto raggiunto dalla compagine monsummanese nei campionati FIP.

I minuti iniziali del match si reggono in sostanziale equilibrio, ma la Gioielleria Mancini ha voglia di dimostrare al proprio pubblico il proprio potenziale e prima con Villa da due e poi con Testa da tre prova l'allungo (7-2). ma Manzi non ci sta e risponde subito da 3 (saranno 24 punti per lui alla fine, ancora una volta spina nel fianco della difesa ciabattina). Ma Monsummano non è quello visto 3 giorni fa a Rosignano, il gioco in attacco si fa fluido e arrivano i canestri di Villa e Bellini arginati da Diagne (11-11). Capitan Rocchi da ancora il vantaggio ai blu-amaranto subito imitato da Testa da 3, Rosignano tenta la reazione ma Mignanelli chiude il quarto a favore dei monsummanesi (18-13).

L'inizio del secondo quarto è una meraviglia, i ciabattini giocano alla grande e ben presto confezionano un parziale di 13-4 grazie ai canestri di Vezzani, Bellini, uno stratorsferico Mignanelli (6 punti per lui nel quarto) e Danesi che fanno volare i ciabattini a +14 (31-17). Rosignano sbanda e Monsummano raggiunge il massimo vantaggio di +19 grazie ad un Testa versione deluxe che in un amen confezione 8 punti (39-20), Rosignano prova a rientrare ma Morini e Bellini chiudono il quarto a +16 per i monsummanesi (43-27) fra i cori del folto pubblico presente al palazzetto.

La ripresa prosegue sullo stesso andamento fino a quando l'arbitro vede una reazione di Bellini ai danni di un giocatore avversario e lo espelle. Monsummano accusa il colpo e Rosignano prende corraggio confezionando un parziale di 11-1 che li riporta a -6. Coach Matteoni chiama minuto cercando di riportare ordine fra i suoi ma la partita a questo punto è una guerra di nervi. Numerosi i viaggi in lunetta in questa fase dove Monsummano riesce comunque a mantenere un vantaggio di 9 punti (54-45).

L'ultimo quarto è autentica sofferenza, Rosignano ci crede e lentamente rientra fino a -3 (56-53) ed in quel momento Testa decide che è il momento di portare a spasso il suo marcatore ubriacandolo con finte e controfinte per poi terminare a canestro (58-53). La difesa ciabattina si stringe sui lunghi avversari chiudendogli il canestro e sull'azione successiva Testa in entrata scarica su Morini che da 3 fa esplodere il palazzetto in un urlo liberatorio a 3' dal termine (61-53). Rosignano non demorde e prima con Diagne dalla lunetta, poi con Manzi dalla media e Cini ancora dalla lunetta sigla il 61-57 ma è ancora Testa a chiudere i giochi piazzando il suo sedicesimo punto (63-57). Villa infine segna i punti finali del 65-57 fra il tripudio dei sostenitori monsummanesi.

Vittoria meritata quella monsummanese in una partita che li ha visti condurre per tutto l'arco dei 40 minuti. Peccato per l'espulsione di Bellini che fino a quel momento era uno degli assoluti protagonisti della serata. Ora la finale per il passaggio in serie D, quella finale che vedrà come avversari la Kripton Livorno e la cui serie si aprirà, con ogni probabilità, Domenica 28 maggio al Palazzetto di Monsummano Terme alle ore 21,00.  

Tabellini Shoemakers: Vezzani 5, Morini 5, Mencarelli ne, Amico 1, Bellini 9, Rocchi 4, Breschi, Danesi 5, Mignanelli 10, Martelli 2, Testa 16, Villa 8. Allenatore: Matteoni.

Tabellini Rosignano: Pecorini 1, Agosti 1, Chiappi, Conti 4, Cecconi 3, Benetti ne, Perez 4, Bruscino ne, Manzi 24, Garzelli, Cini 3, Diagne 12. Allenatore: Dari.

Lascia un Commento

Gioielleria Mancini
Studi Odontoiatrici Buongiorno
Pace Ceramiche La Palagina
Conad Superstore
Saturn LMT Srl
Avis
Erreà
Gessetto
Otello Unisex
Paralleloweb
LM Studio