Gli Shoemakers cadono a Forte dei Marmi

Gli Shoemakers perdono gara 2 a Forte dei Marmi e c'è bisogno della bella, domenica 18 maggio a Cintolese, per eleggere la squadra campione del campionato di Prima Divisione girone D FIP.

Una gara comandata dal primo all'ultimo minuto dai versiliesi, che con una partenza forte, condizionano subito l'andamento del macht e sono bravi, nel finale, a resistere all'ultimo assalto del disperato tentativo di rimonta dei ciabattini.

Forte dei Marmi apre la partita con 5 triple nei primi minuti. Il punteggio recita 21-5 per i padroni di casa che vedono il canestro come una vasca da bagno e sfruttano le indecisioni della difesa ospite.

Gli Shoemakers ci mettono più di un quarto a trovare un minimo di spessore da ambo i lati del campo. Tanti tiri buoni entrano ed escono per i ciabattini, mentre le percentuali degli avversari si abbassano. Gli Shoemakers difendono bene e non concedono più canestri facili, ma a seguito di un rimbalzo catturato non riescono a trovare il canestro in attacco e a seguito di una palla recuperata sopraggiunge una palla persa.

Per tutto il terzo periodo gli Sheomakers provano a staccarsi di dosso la doppia cifra di svantaggio, ma ogni volta che si presenta l'occasione, sul -11 o -12, non riescono ad andare a punti. Forte dei Marmi è cinico nel segnare un canestro dopo un errore dei ciabattini e raggiungono anche i 17 punti di vantaggio sul finire del quarto.

Gli Shoemakers sono frastornati ma non mollano. Con una difesa arcigna, nonostante i problemi di falli, e un attacco più equilibrato, che genera canestri di rapina, canestri e falli e fa spendere ai padroni di casa il bonus già dopo 2 minuti, i ciabattini finalmente riescono a mordere la gara. Dal -17 al -5 a 3 minuti falla fine.

Lo sforzo della rimonta esige però un suo prezzo. Forte dei Marmi ritrova lucidità e gli Shoemakers non riescono a darsi lo slancio finale sbagliando troppo ai liberi e sotto canestro. Nel finale tuttavia, il metro arbitrale, cambiato nel corso dei minuti troppo spesso a favore di entrambe le squadre, punisce il pressing degli Shoemakers e Forte dei Marmi dalla linea della carità sigilla il punteggio sul finale +10.

Gioielleria Mancini
Studi Odontoiatrici Buongiorno
Pace Ceramiche La Palagina
Conad Superstore
Saturn LMT Srl
Avis
Erreà
Gessetto
Otello Unisex
Paralleloweb
LM Studio
Total Marine