Gli Shoemakers cadono a Capannori. E' "bella"

Basterebbe iniziare dalle percentuali al tiro per spiegare la sconfitta degli Shoemakers: 12/30 ai liberi, 13/44 da due e 1/11 da tre. In realtà c'è molto altro, compreso l'entusiasmo dei padroni di casa e la loro energia che è stato il viatico per la sconfitta.

La grande prova di domenica è un miraggio per gli Shoemakers che non trovando mai la via del canestro cadono a Capannori. D'altronde segnando appena 1 punto al minuto, è impossibile vincere.

Eppure la gara inizia bene per gli Shoemakers che guidano anche di 6 lunghezze, sul 15-9 grazie al gioco spalle a canestro di Rocchi e Mignanelli. Sul 21-16 i ciabattini provano a dare una sterzata al macth, ma Capannori è brava a scongiurare la fuga, andando a punti con tiri da tre punti che chiudono la prima frazione sul 23-23.

Nella ripresa la partita è tirata, fisica e sporca. Capannori ne approfitta per portarsi avanti di 4 punti, poi succede il finimondo. Dopo un clamoroso fallo subito non fischiato agli Shoemakers, Capannori in contropiede segna con il fallo. Coach Gabrielli becca tecnico e poi viene espulso troppo frettolosamente dall'arbitro. Gli Shoemakers sprofondano a -10.

Arriva quindi la reazione d'orgoglio dei ciabattini che iniziano a pressare tutto campo e alzano l'intensità difensiva. In 5 minuti gli Shoemakers recuperano tutti il divario e di portano a 5 minuti dalla fine sul 39-39 sfruttando i mismacht in post basso con Mignanelli e Rocchi.

Ma ai ciabattini manca un centesimo per fare un euro. Le due squadre non segnano per 3 minuti buoni, con gli Shoemakers che sprecano molto dalla fine dei tiri liberi, peccando di lucidità in qualche scelta offensiva. Capannori riesce a trovare lo slancio finale per portarsi a 2 possessi di vantaggio che valgono oro.

Gioielleria Mancini
Studi Odontoiatrici Buongiorno
Pace Ceramiche La Palagina
Conad Superstore
Saturn LMT Srl
Avis
Erreà
Gessetto
Otello Unisex
Paralleloweb
LM Studio
Total Marine