Vittoria sofferta a Porcari, Shoemakers ancora imbattuti

Gli Shoemakers chiudono il girone di andata da imbattuti con la vittoria sofferta a Porcari contro i Gladiatorius grazie un ultimo quarto perentorio che scaccia le incertezze dei primi 30 minuti.

Ancora 4 ciabattini in doppia cifra, e prova corale di spessore di una squadra che mette da parte le individualità per il bene comune.

Gli Shoemakers partono contratti con Porcari che detta il ritmo della gara e guida nel punteggio, 8-5 nei primi minuti. Gli Shoemakers si fanno soprendere dal movimento senza palla degli avversari che producono tiri ad alta percentuale in area ed in attacco sono troppo statici a causa anche del freddo all'interno del palazzetto di Porcari che non ha permesso ai ciabattini un adeguato riscaldamento pregara.

Gli Shoemakers arrancano, costretti a giocare ad un ritmo troppo basso e senza mai la possibilità di correre in campo aperto. La zona 3-2 di Porcari imbriglia ancora di più i ciabattini che a metà secondo periodo sono sotto 20-26. Con 6 punti a fila di Breschi gli Shoemakers si riscuotono, stringono le maglie in difesa e producono un parziale di 15-7 con cui passano in vantaggio a fine primo tempo.

Nella ripresa gli Shoemakers partono nuovamente contratti, le idee non sono chiare a i Gladiatorius ne approfittano per tornare in vantaggio nei primi minuti. A compromettere le cose c'è l'arbitraggio ampiamente scadente, che usa due pesi e due misure per valutare i contatti. L'arbitro permette a Porcari colpi proibiti e penalizza gli Shoemakers con una serie di fischi che fanno sprofondare i ciabattini anche a -9 sul 40-49 a pochi minuti dalla fine del periodo. Gli Shoemakers non ci stanno e iniziano la rimonta. A 1 minuto dalla fine del terzo quarto a seguito dell'ennesimo fischio inspiegabile contro gli Shoemakers fioccano tecnici e 1 espulsione (Danesi) che cambiano l'inerzia della gara.

Infatti dal 40-49, gli Shoemakers arrabbiati, piazzano un parziale di 21-5 che li riporta avanti nel punteggio sfruttando il metro arbitrale che al contempo cambia, permettendo agli Shoemakers un gioco più fisico. Diolaiuti nel parziale segna un canestro importante dall'angolo tornando in difesa esultando. Della sua reazione ne traggono beneficio gli Shoemakers che grazie a due triple di importanza capitale di Cartacci vanno avanti 61-54 nel punteggio. Porcari è stretta nella morsa dei ciabattini e deve arrendersi.

Gioielleria Mancini
Studi Odontoiatrici Buongiorno
Pace Ceramiche La Palagina
Conad Superstore
Saturn LMT Srl
Avis
Erreà
Gessetto
Otello Unisex
Paralleloweb
LM Studio
Total Marine